Thursday, October 25, 2007

Ferrovie dello Stato

Nuova puntata della saga Piggona-Pendolare....
Stamattina me ne stavo tranquillamente seduta su una panchina, in attesa del mio treno (erano le 6.40 a.m. circa...) e, mentre gustavo la prima Winston della giornata, ecco che arriva il treno delle 6.45.
Si ferma e fa scendere la solita valanga di gente, niente di strano.
Due secondi prima di partire, il capotreno scende dalla prima carrozza e inizia a sbraitare verso i ferrovieri in stazione: "Chiamate il 118, c'è uno che ha infartato!!!"
Faccio un tiro di sigaretta e sospiro.....
"Strano, viaggiamo così rilassati e comodi su questi treni. C'è sempre posto a sedere, aria pulita, mai calca....come potrà essere successo?!" (nota sarcastica molto accentuata, per chi non lo avesse capito)
Sta di fatto che TUTTI i passeggeri del treno in questione vengono fatti scendere, in attesa del MIO treno...
Una signora ha fatto una scenetta davvero ridicola e divertente allo stesso tempo:

Signora: "Scusi, capotreno.... Ma non potete scaricare il malato e far ripartire il treno?"
Capotreno: "Signora, ma che scherza? E' omissione di soccorso....non possiamo farlo!!!!"
Signora: "Bhe...io mica vi vado a denunciare, basta che mi fate arrivare in ufficio in tempo!!!"
Capotreno: "Signora, c'è un treno tra 2 minuti, non si preoccupi."
Signora: "Mah...che gente...io l'avrei scaricato!"

Ovviamente io non ho aperto bocca, perchè in questi momenti è bene chiudersi in religioso silenzio.....
Un'altra splendida mattina.....
EVVIVA LE FERROVIE DELLO STATO!!!!!!!

3 comments:

bdp said...

che palle dover dipendere dai mezzi pubblici! io già ne ho abbastanza degli autobus, figuriamoci come dev'essere viaggiare in treno..hai tutta la mia solidarietà!

ps: veramente un'idea geniale quella della signora..soprattutto molto altruistica..

'notte! ^__^

MariCri said...

pensa che io mi sparo ben tre mattine a settimana treno più vaporetto...avete presente cosa vuol dire lavorare a Venezia?? Nooo che non ce l'avete, se ci siete sempre andati come turisti! è una città dove non puoi permetterti di avere fretta, dove fai prima ad andare a piedi che ad aspettare il battello (già, ma se piove col cavolo che vado a piedi!), dove arrivi ad odiare la fanciulla che sorride estatica sui ponti aspettando che il moroso faccia la foto, perchè ti blocca il passaggio...va beh 'sta sera sono particolarmente acida, sarà l'influenza!

comunque non era male la signora cinica di questa mattina!
Un bacino

Pispola said...

ahhhhhhhhh guarda....siamo tutti messi bene...io che sono di milano dico VIVA LE NORD!!!!!!!!!!!!!!